Occhio ai Miti

Posts Tagged ‘selezione

Dopo questo spot pubblicitario la vita dei Labrador è stata sconvolta. Scopo di questo mio post è di aprire gli occhi a molte persone su quelle che sono le vere caratteristiche di questi bellissimi animali.

Partiamo con un po’ di storia: il Labrador Retriever nasce nella seconda metà dell’800 in Inghilterra, grazie a studi genetici che intendevano selezionare una razza canina ideale per la caccia. I progenitori dei Labrador sono di origine canadese ( i Saint Jhon Dogs). Questi animali erano usati sulle barche dei pescatori a causa della loro doppia pelliccia. Il manto dei Labrador presenta infatti uno strato inferiore soffice e uno superiore resistente all’acqua; questo permetteva, agli avi dei Labrador odierni, di sopportare bene l’acqua e i lunghi viaggi a contatto con essa.

Un’altra importante caratteristica di questa razza è la coda di lontra: spessa alla base, tende poi ad assottigliarsi. Il Labrador ha un carattere molto socievole e mite, è ideale per una vita a stretto contatto con l’uomo, ma questo non deve farci dimenticare le sue origini di cacciatore e pescatore: egli ha infatti una forte necessità di muoversi e di giocare.

I campi in cui i Labrador vengono utilizzati sono diversi: sono ideali per la pet therapy e per fare da guida alle persone non vedenti (lo loro mansuetudine li fa preferire ad altri cani), il soccorso in acqua è la loro vera specialità, sono infatti eccellenti nuotatori ed infine sono usati nel soccorso alpino a causa del loro olfatto sopraffino. Vi offro ora splendide foto di un esemplare di Labrador biondo, Dingo e di uno nero, Argo.

Dingo, il re dei ghiacci

Dingo, il re dei ghiacci

....e l'instancabile nuotatore

....e l'instancabile nuotatore

 

 

 

 

 

 

 

Argo giocoso nel prato

Argo giocoso nel prato

La mia conoscenza su questi cani è limitata dal punto di vista tecnico, ma ho avuto la fortuna di conoscerne due nel corso della mia vita (le due celebrità sopra ritratte) e di entrambi mi sono innamorata. Questa mia testimonianza vorrebbe far capire che, nonostante il loro aspetto e dolcezza, i Labrador necessitano di molte cure e attenzioni…non può e non deve bastare una pubblicità a farli amare. Impariamo invece a conoscerli per quello che sono…

 

Lettura consigliata in tal senso: Vita da cani, confessioni di un capobranco

 

Post dedicato a Dingo, il mio primo “gatto nero”.